viaggi

Alle Terme Euganee con AIFB: tre giorni indimenticabili

Travolti dalle emozioni, ma al contempo coccolati dall’atmosfera delle Terme Euganee; potremmo sintetizzare in questo modo i tre giorni passati alle terme di Montegrotto (PD) insieme ad altri otto soci AIFB e ad Anna Maria Pellegrino, the president.

terme euganee AIFB montegrotto terme foodblogger grand hotel terme corte da ballotta

Ma facciamo un passo indietro: era martedì 5 agosto, ore 23:00 quando, sul gruppo facebook dell’AIFB, venne pubblicata una proposta per i soci relativa a un soggiorno alle Terme Euganee tra cultura enogastronomica e wellness. Io e Fotomangio stavamo ancora lavorando, la nostra estate aveva previsto un unico weekend di mare e le previsioni per l’inverno erano preoccupanti (tra le tante, io devo consegnare la tesi di dottorato). Fotomangio, più attivo di me su facebook, alle 23:00 e un secondo aveva visto la proposta, e alle 23:00 e due secondi l’aveva già accettata, emettendo suoni poco comprensibili tra cui ero riuscita a capire solo le parole “aifb” e “terme euganee”. Mentre io stavo ancora cercando di capire cosa stava già succedendo, lui ci aveva già iscritti. Ed effettivamente l’occasione era da non perdere.

terme euganee AIFB montegrotto terme foodblogger grand hotel terme corte da ballotta

Siamo stati sempre poco social, soprattutto nei confronti degli altri food-blogger: siamo più per il rapporto face-to-face che per quello virtuale. Mi piace andare a scuriosare sugli altri blog, ma finché quella persona non la conosco, faccio fatica a commentare sul suo blog e a relazionarmi con lei. Per cui già conoscevo blog come “Essenza in cucina” e “Anna The Nice“, ma non le fantastiche persone che ci stanno dietro.

terme euganee AIFB montegrotto terme foodblogger grand hotel terme corte da ballotta

Anna (Anna The Nice) l’abbiamo conosciuta in aeroporto a Verona, con la sua meravigliosa borsa giallo limone, comunque meno splendente del suo sorriso. La chiacchierata è iniziata già intensa in automobile, nel tragitto verso Montegrotto Terme: mentre ci raccontava dei suoi ulivi e della raccolta delle olive, ci eravamo già innamorati di lei e prima o poi riusciremo a raggiungerla in Puglia e a documentarvi questo fantastico momento (purtroppo non esiste ancora il web in odorama, perché ci ha assicurato che il profumo delle olive durante la raccolta è magico).

terme euganee AIFB montegrotto terme foodblogger grand hotel terme corte da ballotta

Arrivati al Grand Hotel Terme, il relax era percepibile anche dall’ambiente raffinato e accogliente della hall.

8_hall

@Grand Hotel Terme Montegrotto

La nostra camera ci ha lasciati a bocca aperta: abbiamo vissuto in spazi decisamente più angusti! Il nostro acclimatamento è continuato durante il pranzo, quando Aurelia e Antonella M. si sono aggiunte a noi. Salumi locali, insalata e birra, seduti nel dehor del “du ciacole” (mai nome fu più azzeccato!) sull’isola pedonale di Montegrotto, una giornata soleggiata e tante chiacchiere: un’atmosfera praticamente idilliaca. Tra una fetta di soppressa e una di bresaola, il pranzo è durato un paio di ore: nessuna fretta, solo tanta voglia di conoscersi.

DSC_0261

Dopo pranzo sono arrivate anche Francesca, Antonella E. e Cinzia, l’autrice di uno dei primi blog che abbiamo cominciato a seguire e che più amiamo, per cui è stata una grande emozione, soprattutto perché ha confermato di essere una persona speciale, il feeling è stato palpabile e ci siamo subito affezionati a lei (nonostante i suoi continui tentativi di fotografarmi!!).

In albergo ci aspettavano Aurora, Solema e Anna Maria, che avevamo già conosciuto al Toscano e rivisto al Trofeo Salera, sempre così sorridente e disponibile che, citando Anna, “Come si fa a non amarla?”. Finalmente il gruppo era al completo… e che gruppo! Dalle “bimbe” (la bellissima Aurora, 25 anni, a Francesca classe ’86 e a me, che comunque fino al 7 settembre sono under 30!) a Solema “Nonna Sole”, dalla Puglia di Anna al Friuli di Francesca e Solema, con addirittura una componente maschile data dalla presenza di Fotomangio… non si sarebbe di certo potuto ipotizzare che un gruppo così eterogeneo sarebbe potuto dimostrarsi così affiatato!

Dopo un briefing per introdurci alle attività dell’albergo e presentarci il territorio delle terme euganee (nei prossimi giorni vi racconteremo tutto, questo è un post a caldo, emozionale!), ci siamo concessi un “tuffo” in piscina, dove abbiamo iniziato a godere del relax regalato dalle acque termali, calde e rilassanti.

DSC_0274

Un passaggio in camera per metterci in tiro, considerata l’eleganza del ristorante panoramico al sesto piano del Grand Hotel Terme, ed eccoci pronti a gustare una fantastica cena. Abbiamo optato per i piatti del giorno a base di pesce: degli ottimi paccheri con gamberi, scampi e verdurine e per secondo io ho scelto l’insalata di mare (Mies van der Rohe, celebre architetto, diceva “God is in the details”, e io mi sono innamorata della fettina di limone disidratato che accompagnava la mia insalata di mare, coppata). Il tutto accompagnato da vino Sirio dei Colli Euganei, Moscato Secco annata 2013. Per completare Fotomangio ha preso una mousse al cioccolato, giustificandosi con un “in fondo è solo aria”.

DSC_0286

Dopo la cena, primo sopralluogo all’Antica Trattoria Ballotta, per conoscere la “capitana” della brigata di cucina Cristina e Fabio, responsabile dello staff di sala, iniziare a prendere confidenza con l’ambiente e definire gli ultimi dettagli della serata seguente. Una bellissima tavolata all’aperto, di quelle lunghe, ci ha accolti per qualche ora di chiacchiere, accompagnate da buon vino, gelato e dolcetti. Ormai sembrava di essere in viaggio con una compagnia rodata di amici.

DSC_0290

Il mattino dopo è iniziato all’insegna del completo relax, con un trattamento ai fanghi, un peeling effettuato alla temperatura corporea (mentre i trattamenti medici, prescritti da un dottore, vengono fatti a temperature più elevate). Cullata dai fanghi caldi, stretta nel lenzuolino a mo’ di poppante dei cartoni animati, con la finestra aperta dalla quale entrava una leggera brezzolina: che sensazione fantastica di relax! Doccia calda e idromassaggio con essenza di rosmarino, un ottimo tonico, e poi giù a fare colazione, al fantastico buffet dell’albergo a bordo piscina. La mattinata è proseguita tra piscine termali, docce emozionali, percorso caldo-freddo, ecc.. insomma, una vitaccia!!! Nella stanza del sale Antonella M. (sapori in concerto) ci ha fatto sognare raccontandoci del suo viaggio in Giappone, mentre tutte noi con i piedini giocavamo con il sale sul pavimento come se fosse un giardino zen. Poi sui lettini a parlare di lavoro con Francesca – e suoi meravigliosi occhi blu – (disoccupati in cucina) emblema della nostra generazione, la cosiddetta “generazione senza”, preparatissima e determinata giornalista/pasticcera/esperta di miele.

DSC_0304

Solema (Nonna Sole) ha preferito fare un giro per la città e andare al mercato. Aria da nonna e spirito di una ragazzina, emana conoscenza per la cucina e d’ora in poi seguiremo anche sulle cuoche di Repubblica!

A pranzo abbiamo sfruttato il fantastico buffet dell’albergo: la loro carrellata di verdurine, preparate in tutti i modi, e di pesce, ci ha letteralmente conquistati. Il pasto ha veramente chiuso il cerchio di quello che per me è il benessere: relax, acqua termale, cibo buono e salutare e buona compagnia. Alla faccia di chi pensa che le terme siano solo per gli acciacchi degli anziani! Arrivando da un anno molto intenso e da un’estate particolarmente difficile, rilassarci in questo modo è stato veramente utile, replicare una volta all’anno sarebbe veramente stupendo e rigenerante. Dopo il pranzo è arrivato il momento di abbandonare temporaneamente il relax e di pensare alla gara. Una grande emozione essere in una cucina professionale, così come confrontarci con le altre blogger, tutte molto brave per cui non dovevamo sfigurare!!

DSC_0310-2

Noi eravamo stati incaricati di preparare una frolla “tollerante”, all’olio e.v.o. e senza latticini. Inizialmente avevamo pensato di utilizzare le giuggiole, tipiche della zona, ma purtroppo sono pronte in autunno, quindi ci siamo riversati sui fichi, contrastando la loro dolcezza con un lemon curd light, ma questa è un’altra storia, se volete conoscere la ricetta dovrete continuare a seguirci, se mettiamo tutto in questo articolo diventa un libro!

Incredibilmente a cucinare eravamo tranquilli, molto concentrati e tutto è filato liscio, anche più di quanto non ci succede di solito a casa. Devo dire che questa è stata una delle soddisfazioni più grosse, perché cucinare in un ambiente nuovo, con utensili non tuoi, e ingredienti non scelti da te, non è sempre scontato che ti porti ai risultati voluti! Preparate la confettura veloce di fichi e la lemon curd, cotte le crostatine in bianco, è stata ora di tornare in albergo per una veloce doccia. Ultima a lasciare la cucina Antonella E. (Cucino Io), che ha dimostrato tutta la sua manualità nel tirare la sfoglia per le tagliatelle con il mattarello.

DSC_0315

Ed eccoci pronti per la serata, con i nostri abiti “da cerimonia” protetti dai grembiuli neri, di nuovo in cucina per completare i nostri piatti da servire ai giudici. E qui l’ansia ha iniziato a farsi palpabile, soprattutto perché altro elemento del nostro dolce era il caramello (vi stiamo mettendo un po’ di curiosità?) e dovevamo azzeccare i tempi per non far aspettare i giudici, ma anche per non rovinare i fili di caramello, che hanno vita effimera. I giudici, Fausto Arrighi, direttore emerito della Guida Michelin, Marco Colognese, della Guida ristoranti de L’Espresso, Daniele Gaudioso del Gambero Rosso e Lamberto Mazzotti, direttore di Gustando, ci hanno accolto in un’atmosfera molto formale, come se effettivamente stessero valutando degli chef. Nel frattempo aspettavamo nell’ingresso della trattoria, come quando stai aspettando i risultati di un esame.

Prima della premiazione c’è stata la cena e ci siamo gustati i nostri piatti, rivisitati dall’Antica Trattoria Ballotta:

  • Cinzia e Francesca: mieli, salsa agli agrumi e gelatina di cabernet per accompagnare i formaggi e salumi del Veneto;
  • Anna e Solema: pittule di fiori di zucca con marmellata di cipolle di tropea;
  • Antonella E. e Aurelia: Pappardelle Con Faraona All’uva
  • Pensacuoca e Fotomangio: crostatina “Tollerante” con fichi e lemon curd
  • Antonella M. e Aurora: cantucci all’olio evo con fiocchi di sale

La premiazione ha visto vincitrici Aurora e Antonella M., con i loro cantuccini ai fiocchi di sale; oltre a essere molto buoni, la presentazione di questi biscotti toscanacci scaldava il cuore.

DSC_0361

Il confronto con i giudici è stato purtroppo breve, ma in linea di principio abbiamo imparato che le prime portate (antipasti e primo piatto) dovrebbero essere spiccatamente sapide, quindi non devono contenere note agrodolci, accettabili solo dal secondo piatto in poi. Anche il piatto di formaggi, in alcune regioni servito come antipasto, deve essere inserito nel pasto tra il secondo piatto e i dolci, ma come vi abbiamo detto sulla gara torneremo con un articolo specifico.

DSC_0401

Dopo una bella notte ristoratrice, siamo partiti per una bella esplorazione del territorio. La visita è iniziata da un breve tour dell’antico borgo medievale di Arquà Petrarca, con la visita alla casa del Petrarca, ed è proseguita con un tour enogastronomico.

DSC_0421  DSC_0438

Dopo la visita al frantoio Colli del Poeta, siamo stati ospitati dalla famiglia Selmin – Il Pianzio a Galzignano Terme, per una degustazione di olio e.v.o. e un pranzo a base di prodotti locali, in particolare salumi, formaggi e vino (anche su questo ritorneremo!). Qui Aurora (La salsa Aurora) si è fatta tenere un piccolo corso personale da Mario Stramazzo, giornalista enogastronomico, su come si degusta il vino e sugli “archetti”, ed era una meraviglia vedere nei suoi occhi la voglia di imparare (e, tra parentesi, quando dicono che “il cibo ti fa bella”, dovrebbero metterci sotto una foto del nostro gruppo!!!).

DSC_0434

DSC_0472

Dopo esserci persi sui colli euganei, siamo riusciti a ritrovare la strada e ad arrivare a Casa Elisa, alla cantina Maeli, immersa in uno dei paesaggi più belli dei colli euganei, a Luvigliano di Torreglia. Altra degustazione di olio, vino e miele (qui Francesca ha tenuto alto l’onore del gruppo con le sue conoscenze sul miele) e poi, rotolando, siamo tornati in albergo per un momento di relax prima della cena (sì, non ci hanno lasciato morire di fame!).

DSC_0496

Un tuffo in piscina accompagnato dalle battute toscanacce Aurelia (Profumi in cucina), che ci ha fatto cappottare dalle risate (passeranno alla storia le ova frittellate, ma voi non potete capire!).

DSC_0515

Per la cena abbiamo partecipato a un evento del Feel Good Festival 01, le Tavole Tauriliane, che con il loro intento volevano farci assaporare – in tutti i sensi – l’atmosfera delle terme ai tempi dei romani. Immersi nella cornice dei resti romani, accompagnati da performance musicali e teatrali, abbiamo fatto quattro tappe (antipasti, primi piatti, secondi piatti e dolci) in cui ci hanno parlato della cucina ai tempi dei romani, provando a rievocarne i contenuti nei piatti che ci venivano serviti.

DSC_0520

L’atmosfera della cena era veramente emozionante: candele e faretti illuminavano l’area archeologica con una luce soffusa, con isole luminose rappresentate dalle tavole imbandite, i bravissimi attori che leggevano brevi testi (fonti scritte suggestive che richiamavano le antiche usanze alimentari), oltre ovviamente alle gustose preparazioni e alle nostre incontenibili chiacchiere.

 DSC_0524

Due chiacchiere in piscina, con quella vena di malinconia data dalla consapevolezza che l’esperienza stava terminando, poi tutti a letto per riprenderci dalla giornata che – per quanto stupenda -era comunque stata impegnativa, soprattutto per il nostro stomaco!

DSC_0538

Al mattino successivo ci attendevano l’ultima colazione e i saluti, con la netta sensazione che sarebbe stato solo un “arrivederci”, perché un gruppo così affiatato non può che ripartire insieme per nuove avventure!

Cogliamo l’occasione per ringraziarvi ancora una volta tutte!

5080 amici sono stati qui 1 amici oggi sono stati qui

Pensacuoca e Fotomangio

Gli articoli di Pensacuoca e Fotomangio sono quelli scritti a quattro mani. La maggior parte dei nostri articoli nasce così, dopo lunghe trattative su tutto. Lui è preciso, ha un ottimo palato e la pazienza per settare correttamente la macchina fotografica. Lei è quella creativa ma scapestrata.

10 commenti

Clicca qui per postare un commento

Ti è piaciuto? non ti è piaciuto? lasciaci un commento!

  • bellissimo post che racchiude in se tutta la magia di questa esperienza anche da me condivisa. Grazie per le parole che mi avete riservato. E rinnovo con tutto il cuore il desiderio di avervi qui nella mia terra. Quando volete. Foto fantastiche ragazzi!!! un abbraccio nostalgico

  • …Reportage bellissimo di un’esperienza fantastica.
    Cara Pensacuoca, sei fortissima, quella tua eleganza senza tempo mi ha stregata!!
    Vi abbraccio con affetto, a prestissimo!

  • bellissima sintesi di una quattro giorni ricca di eventi ed emozioni. Bellissime fotografie,bellissime parole…ma d’altro canto…era tutto veramente cosi bello! E’ stato un piacere conoscervi e conoscerci e hai ragione…un gruppo cosi non deve rimanere solo con questa esperienza….quindi mi auguro di vederci tutti di nuovo al piu’ presto! Un abbraccione “lego boyfriends” !!!

    • La sintonia del gruppo va sfruttata per nuove avventure!!! Grazie mille per i complimenti, nel weekend recupererò un po’ di tempo per venire a scuriosare sui vostri blog, intanto vi ho aggiunti in blogroll!!! Un bacione!!

  • Leggere il vostro articolo e scorrere le vostre foto fa rivivere le emozioni una ad una: bravissimi, coinvolgenti, esplicativi, interessanti…proprio come siete di persona. Che posso dire se non complimenti?! Un abbraccio, a presto

    Aurora

Non perderti nessun articolo!

Orgogliosi di essere in

Orgogliosi di essere in

La sfida più bella del web!

La sfida più bella del web!

Partecipiamo al

Partecipiamo al

Archives

Acqua&Menta è membro di

aifb associazione italiana food blogger

Seguici su:

  facebooktwittergoogle+pinterestyoutuberss
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: