ricette

Ricette mondiali: empanadas colombiane

Ahinoi, l’Italia è uscita dai mondiali. Non ci resta che fare il tifo per chi è rimasto in gioco, e consolarci con il cibo. Oggi vi proponiamo le empanadas colombiane, da sfoggiare con gli amici in occasione di Brasile-Colombia il 4 luglio.

L’empanada è un fagottino ripieno, molto diffuso in Spagna, dove probabilmente ha avuto origine, e in Sud America, dove è un vero e proprio must. A seconda della zona può variare la pasta che avvolge il fagottino (pasta sfoglia o vari impasti di farina di grano, di mais, di tapioca, ecc.), il ripieno (in base ai gusti e alla reperibilità degli ingredienti) e possono essere cotte in forno o fritte. In Spagna potete trovare le empanadas nei tapas bar, in Sud America sono uno snack che si mangia a tutte le ore, persino a colazione.

DSC_0875

Le empanadas colombiane sfruttano spesso una pastella a base di mais fresco spoltigliato: io non me la son sentita (avevo amici a cena, le empanadas erano la portata principale e temevo di non avere nulla da dargli da mangiare!) e ho utilizzato un impasto a noi più avvezzo, con farina tipo 0 e farina di mais.

Un ingrediente importante delle empanadas colombiane è la salsa hogao. A meno che voi non abbiate a disposizione qualche negozio etnico dove trovate qualsiasi cosa, aggiungete al ripieno i suoi ingredienti base: pomodoro e cipolla e spezie (pepe, origano e cumino).

Empanadas colombiane

senza latticini_smalloksenza lievito_smalloksenza uova_smallok

 

DSC_0886

Per 4 persone (circa 16 empanadas colombiane)

per la pastella:

  • 150 grammi di farina tipo 0
  • 100 grammi di farina di mais fioretto
  • acqua q.b. (circa 120 grammi)
  • 20 grammi di olio e.v.o.
  • 5 grammi di sale

per il ripieno:

  • 250 g di macinato di manzo
  • una pannocchia precotta
  • 1 patata di media dimensione
  • 4-5 cucchiai di salsa di pomodoro
  • 1/2 cipolla
  • pepe, origano, cumino q.b.
  • olio e.v.o.
  • sale
  • (io ho aggiunto anche qualche oliva verde e qualche falda di peperone per avere un ripieno più saporito e colorato, ma le empanadas colombiane solitamente non li prevedono!)

per friggere:

  • olio di arachidi per friggere

Scubettate la patata e cuocetela al vapore fin quando non saranno morbide (ma non disfatte); solitamente servono circa 20 minuti.

DSC_0888

Lessate in acqua salata bollente la pannocchia (solitamente servono 10 minuti); una volta cotta sgranatela e tenete i chicci da parte.

Fate tostare le spezie (pepe, origano e cumino) in una larga padella antiaderente; per la quantità seguite il vostro gusto (e la potenza delle vostre spezie), noi abbiamo utilizzato due cucchiaini di cumino, abbondante origano e un pizzico di pepe. Quando inizieranno a sprigionare il loro profumo, aggiungete un filo di olio e la cipolla e lasciate rosolare finché la cipolla non si sarà indorata. Aggiungete la carne macinata, mescolate per un paio di minuti e infine aggiungete il pomodoro, i chicchi di mais e le patate. Io ho aggiunto anche qualche oliva verde ridotta a pezzetti e un po’ di peperone già cotto e scubettato. Mescolate bene poi lasciate cuocere a fiamma bassa per 25 minuti o fino a quando il composto non risulterà ben asciutto, mescolando di tanto in tanto per tenere controllata la consistenza.

DSC_0891

Mentre il composto cuoce o si raffredda, preparate l’impasto: mescolate le due farine e il sale poi aggiungete l’olio e l’acqua. Mescolate bene finché non avrete ottenuto un composto ben omogeneo. Lasciatelo riposare in frigorifero per circa 30 minuti.

Stendete l’impasto in uno strato sottile (1-2 mm) su una superficie spolverata di farina, con un coppapasta rotondo ottenete dei dischi e al centro di ciascuno ponete un cucchiaio di ripieno, chiudete e sigillate facendo delle piccole pighe sul bordo dei fagottini. Con un coppapasta di diametro 10 cm ho ottenuto 16 empanadas. Riponete le empanadas su una superficie cosparsa di farina fino al momento della cottura.

Friggete le empanadas colombiane poche per volta, immergendole in olio di arachidi (qui i nostri consigli per una frittura perfetta). Calde sono eccezionali, ma sono buone anche a temperatura ambiente. Solitamente accompagno le empanadas con una salsina, queste sono talmente buone, croccanti fuori e bagnatine dentro, che secondo me da sole sono perfette. Se siete fanatici delle salsine potete prepararvi la mia salsa per tacos e nachos.

E ora tutti davanti alla tv, con empanadas, nachos e salsina, a guardare Brasile-Colombia con sottofondo Gialappa’s band!

DSC_0899

9710 amici sono stati qui 1 amici oggi sono stati qui

Pensacuoca e Fotomangio

Gli articoli di Pensacuoca e Fotomangio sono quelli scritti a quattro mani. La maggior parte dei nostri articoli nasce così, dopo lunghe trattative su tutto. Lui è preciso, ha un ottimo palato e la pazienza per settare correttamente la macchina fotografica. Lei è quella creativa ma scapestrata.

2 commenti

Clicca qui per postare un commento

Ti è piaciuto? non ti è piaciuto? lasciaci un commento!

Non perderti nessun articolo!

Orgogliosi di essere in

Orgogliosi di essere in

La sfida più bella del web!

La sfida più bella del web!

Partecipiamo al

Partecipiamo al

Archives

Acqua&Menta è membro di

aifb associazione italiana food blogger

Seguici su:

  facebooktwittergoogle+pinterestyoutuberss
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: