ricette

Maionese home-made tradizionale, veg e aiolì

“Tentai un allungo su un flacone di ketchup biologico e un vasetto di maionese di lupini cercando l’approvazione di Francesco, che non arrivò.

«Prendili, se proprio devi» fu il suo commento. «Io però penso che le salse alterino la percezione dei sapori, e quindi ne faccio a meno.»

«Cielo, io credo che le salse siano una delle più grandi invenzioni dell’uomo» ribattei pronta. «Sai che il nome “maionese” deriva da Carlo di Lorena, duca di Mayenne, che si concesse il tempo di finire il suo pasto di pollo e salsa fredda prima di affrontare Enrico IV nella battaglia di Arques nel 1589?» Per molte cose ho scarsa memoria, è vero, ma ricordo alla perfezione centinaia di aneddoti che mi piace citare appena se ne presenta l’occasione: ti fanno fare bella figura con poco.
«E come finì quella battaglia?» mi chiese Francesco.
«Il duca di Mayenne venne sconfitto.»
«Vedi? Sarà stato appesantito dalla maionese.» A quel punto riposi il vasetto.”

Dal libro “Straziami ma di tofu saziami“, Paola La Rosa, Paola Maraone.

Maionese home-made

senza glutine_smalloksenza latticini_smalloksenza lievito_smalloksenza pomodoro_smallokvegetariano_smallok

DSC_0023

Fare la maionese in casa è divertentissimo. Vi basterà essere muniti di un frullatore a immersione (io uso l’apposito attrezzo del minipimer) e il gioco è fatto. Per i più scettici abbiamo preparato un video che vi mostra la semplicità del procedimento anche se, a dirla tutta, il video l’ho voluto fare perchè mi diverte veramente tanto vedere uovo, olio e aceto diventare maionese in pochi secondi.

Potete scegliere se mettere limone o aceto: considerate che è quello l’elemento che dà il gusto alla vostra maionese, quindi io preferisco un buon aceto di vino bianco, dal gusto deciso.

  • 1 uovo intero freddo dal frigo (più eventualmente un albume)
  • 200 g di olio di semi di girasole freddo dal frigorifero (2 bicchieri)
  • 15 g di succo di limone o 2 cucchiai di aceto bianco leggero (15 g circa) (io preferisco il limone)
  • 2 pizzichi di sale

Molto importante per la riuscita della maionese è l’ordine con cui si versano gli ingredienti nel minipimer: prima le uova, poi l’olio, il limone ed infine il sale. Accendete il minipimer alla massima velocità e assolutamente non muovetelo per i primi 4 – 6 secondi (fino a quando tutta la metà degli ingredienti non diventa di color maionese densa), poi sollevate piano piano l’attrezzo e solo nella fase finale, quando il rumore del minipimer cambia per la densità e diventa cupo, muovetelo velocemente su e giù, per amalgamare bene anche l’olio che si trova in superficie. L’aceto (o il limone) si può anche mettere dopo che la maionese è fatta, ma la consistenza ne risente, viene meno densa.

Maionese veg

senza glutine_smalloksenza latticini_smalloksenza lievito_smalloksenza pomodoro_smalloksenza uova_smallokvegano_smallok

DSC_0070

(se volete capire come sia possibile che venga la “maionese” con questi ingredienti, vi rimandiamo al post che abbiamo scritto sull’MTChallenge)

Ingredienti:

  • 50 ml di latte di soia
  • 100 ml di olio di semi di girasole
  • 1 cucchiaino di senape
  • succo di limone q.b.

Unite latte di soia, olio e senape e miscelateli con un frullatore a immersione, sollevandolo e abbassandolo per incorporare meglio l’aria, fino a ottenere un composto montato e addensato.

In questa ricetta il limone neanche servirebbe, ma io ho deciso di metterlo per dare sapore (altrimenti sa di poco); decidete voi se e quanto metterne, poi mescolate bene. Et voilà, facile e veloce!

Per la maionese aiolì dei fratelli Torres

Ingredienti:

  • 1 uovo freddo da frigorifero
  • 2 teste d’aglio
  • 200 g di olio extravergine di oliva
  • 15 g di succo di limone

Fate cuocere per mezz’ora a 180°C due teste d’aglio, avvolte ciascuna nella stagnola. Una volta cotte, svolgetele dalla stagnola e tagliatene un’estremità, poi schiacciate la testa in modo che esca una purea di aglio. Procedete come per fare una maionese normale, io la faccio con il frullatore a immersione: versate la purea nel bicchiere, aggiungete l’uovo, l’olio e il limone. Accendete il frullatore a immersione alla massima velocità e assolutamente non muovetelo per i primi 4 – 6 secondi poi sollevate piano piano l’attrezzo e solo nella fase finale, quando il rumore cambia per la densità e diventa cupo, muovetelo velocemente su e giù, per amalgamare bene anche l’olio che si trova in superficie.

dsc_0397

2414 amici sono stati qui 2 amici oggi sono stati qui

Pensacuoca e Fotomangio

Gli articoli di Pensacuoca e Fotomangio sono quelli scritti a quattro mani. La maggior parte dei nostri articoli nasce così, dopo lunghe trattative su tutto. Lui è preciso, ha un ottimo palato e la pazienza per settare correttamente la macchina fotografica. Lei è quella creativa ma scapestrata.

4 commenti

Clicca qui per postare un commento

Ti è piaciuto? non ti è piaciuto? lasciaci un commento!

Non perderti nessun articolo!

Orgogliosi di essere in

Orgogliosi di essere in

Partecipiamo al

Partecipiamo al

Archives

Acqua&Menta è membro di

aifb associazione italiana food blogger

Seguici su:

  facebooktwittergoogle+pinterestyoutuberss
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: